Chi Siamo

Spazio Verde è un’azienda di Lonato (BS) che da 40 anni realizza – mediante minuziosi disegni planimetrici – ambientazioni paesaggistiche e progetti a verde, dal più raccolto e intimo spazio esterno, ai grandi parchi fino alle opere pubbliche integrate a sofisiticati sistemi tecnologici.


Nel corso di ben quattro decadi, Spazio Verde ha acquisito un’esperienza e delle competenze tali da divenire un importante punto di riferimento nella progettazione di giardini privati e pubblici, di parchi a tema, di impianti sportivi, di aree per eventi esclusivi e di tutti quei contesti che vedono protagonisti la natura e l’uomo che la abita.

La creatività, la qualità, la cura per il dettaglio, l’immaginazione, in poche parole quella innata capacità creativa che – nei settori più disparati – differenzia nel mondo intero l’italian life style da ogni altro è ciò che contraddistingue il lavoro di Spazio Verde: un’azienda che rappresenta a pieno merito ciò che si definisce Eccellenza Italiana.

La storia

è questo indimenticabile decennio – quello delle spalline e dei capelli cotonati – che vede la fondazione di Spazio Verde da parte di Riccardo Loro, l’acquisto della prima flotta aziendale e l’avvento della tecnologia nella sede aziendale, con i primi computer per la progettazione del verde.

gli anni ‘90 – quel decennio schiacciato tra la fine degli anni leggeri e spensierati appena terminati e la voglia, quasi frenetica, di scoprire il fantomatico 2000, protagonista di fantasie e fantascienza – vedono un primo lustro caratterizzato dall’acquisto della prima parte del terreno su cui sorge l’azienda – e che ne rappresenta ancora oggi la sede ufficiale – da una prima ristrutturazione degli uffici e dalla creazione del biglietto da visita aziendale: un giardino di rappresentanza, ça va sans dire.


Il secondo lustro del decennio vede Spazio Verde acquistare la seconda parte del terreno su cui sorge l’azienda – che viene dedicato al vivaio di coltivazione e con il quale viene raddoppiata la superficie aziendale – e una nuova flotta di mezzi, molto più grandi, che vanno a sostituire i precedenti.

negli anni Duemila – in quel futuro agognato e immaginato in mille modi diversi e finalmente divenuto realtà – Spazio Verde si mette al passo con i tempi dotandosi del suo primo sito web. Appartengono a questo decennio una seconda ristrutturazione della sede, l’apertura verso i mercati esteri, e l’aggiunta al logo aziendale della bandiera italiana, a simboleggiare l’Eccellenza made in Italy.

nel decennio un po’ vintage teso più che altro al recupero del passato prossimo – anni che passeranno alla Storia come quelli dei social e delle influecer, di Greta e del #metoo – Spazio Verde va in controtendenza, rivisitando il suo logo, a cui viene, inoltre, aggiunto un payoff che identifica il modus operandi aziendale. L’intera immagine aziendale è ora molto più contemporanea e attuale.

il lavoro di Spazio Verde proseguirà sulle strade battute e ne cercherà di nuove, perché il lavoro e la passione sono per i suoi “sarti” ciò che l’acqua e il sole sono per le piante.

Mission

La natura simboleggia da sempre l’unione tra l’essere umano e la Terra, il desiderio ardente e profondo dell’uomo di scoprire chi è e da dove viene e la sua impellente e vitale necessità di avere delle radici. È dalla consapevolezza di questo bisogno tutto umano di formarsi e di possedere un’identità in simbiosi con l’ambiente che lo circonda che scaturisce la grande passione di Spazio Verde per il suo lavoro. 

 

Preservare, curare e ricreare ambientazioni naturali e, allo stesso tempo, uniche ed esclusive, interpretare la natura, renderla armoniosa, plasmarla e fonderla con le esigenze e la personalità dei suoi clienti: è in tutto ciò che risiede la mission dell’azienda di Lonato.

Valori

La creatività, la qualità, la cura per il dettaglio, l’immaginazione, in poche parole quella innata capacità creativa che – nei settori più disparati – differenzia nel mondo intero l’italian life style da ogni altro è ciò che contraddistingue il lavoro di Spazio Verde: un’azienda che rappresenta a pieno merito ciò che si definisce Eccellenza Italiana.

Sostenibilità

Quando piantiamo un albero, stiamo facendo ciò che possiamo per rendere il nostro pianeta un luogo più salutare e vivibile per quelli che verranno dopo di noi, se non per noi stessi.

(Oliver Wendell Holmes Jr)

Sostenibilità è una parola entrata nell’uso comune, utilizzata in differenti modi e con differenti significati. La definizione oggi più ampiamente condivisa di sviluppo sostenibile è quella contenuta nel rapporto Brundtland, elaborato nel 1987 dalla Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo secondo cui «lo sviluppo sostenibile, lungi dall’essere una definitiva condizione di armonia, è piuttosto processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse, la direzione degli investimenti, l’orientamento dello sviluppo tecnologico e i cambiamenti istituzionali siano resi coerenti con i bisogni futuri oltre che con gli attuali».

 

Spazio Verde ha rielaborato una propria personale definizione di sostenibilità, che fosse in grado di riflettere il significato profondo che tale parola ha per chi vi lavora quotidianamente: per l’azienda, sostenibilità significa operare nel più ampio rispetto dell’ambiente, per assicurare il futuro nel modo più etico ed efficace possibile; significa, altresì, educare alla promozione di stili di vita sostenibili: riduzione degli sprechi e migliore utilizzo delle risorse disponibili.

Bonus Verde

Secondo quanto disposto dall’Agenzia delle entrate, il “bonus verde” consiste in una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per i seguenti interventi:

  •  Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  •  Realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Danno diritto all’agevolazione anche le spese di progettazione e manutenzione se connesse all’esecuzione di questi interventi.
La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. Pertanto, la detrazione massima è di 1.800 euro (36% di 5.000) per immobile.

 

Hanno diritto all’agevolazione i contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile sul quale sono effettuati gli interventi e che hanno sostenuto le relative spese.

 

Sono agevolabili anche le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino a un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. In questo caso, ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.